LA MOUNTAIN BIKE AL LIVELLO SUCCESSIVO A DAVOS KLOSTERS

Nascosto tra le maestose Alpi svizzere, si trova un paradiso per gli amanti della mountain bike: Davos Klosters. Conosciuta per i suoi paesaggi mozzafiato, i suoi sentieri incontaminati e il suo fascino alpino, questa regione offre un'esperienza ineguagliabile di mountain bike che attira ciclisti da tutto il mondo. In questo articolo ci immergiamo nella sua storia, analizziamo il fascino della mountain bike a Davos Klosters ed esploriamo alcuni percorsi accattivanti in un ambiente pittoresco, con un mix unico di adrenalina e tranquillità che attende i ciclisti di tutte le abilità.

Ma prima, un po’ di storia…

Da villaggio di montagna a centro termale di fama mondiale

La regione ha una ricca storia che risale alla preistoria. Nel corso del tempo, Davos ha subito una notevole trasformazione. I ritrovamenti archeologici suggeriscono che l’area di Davos fosse abitata già in epoca preistorica. Tuttavia, è la storia più recente – che può essere vissuta qui ancora oggi, come se fosse ieri – che potrebbe suscitare il nostro interesse.

L’emergere di una stazione termale a causa dell’epidemia di tubercolosi nel XIX secolo

Nel XIX secolo, la tubercolosi (nota anche come TBC o tisi) era una delle malattie più letali in Europa. Era responsabile di un gran numero di decessi, soprattutto tra i giovani adulti. La malattia si diffondeva facilmente nelle aree urbane densamente popolate, dove le cattive condizioni di vita e la mancanza di servizi igienici ne facilitavano la diffusione. Di fronte all’allarmante aumento dei casi di tubercolosi, medici ed esperti sanitari cercarono nuovi modi per trattare e prevenire la malattia.

"Conosciuta per i suoi paesaggi mozzafiato, i suoi sentieri incontaminati e il suo fascino alpino, questa regione offre un'esperienza ineguagliabile di mountain bike che attira ciclisti da tutto il mondo"

Il clima di montagna come cura

A metà del XIX secolo si notò che i pazienti affetti da tubercolosi che vivevano in montagna spesso mostravano un miglioramento del loro stato di salute. Si pensava che il clima pulito della montagna e l’aria pura avessero un effetto benefico sui polmoni dei pazienti, con conseguente sollievo dei sintomi e talvolta persino la completa guarigione. Davos divenne così il centro termale d’elezione. Situata a un’altitudine di oltre 1.500 metri, l’aria pura e secca delle montagne circostanti e il clima favorevole, con le sue molte ore di sole, erano considerati particolarmente benefici per la salute dei polmoni dei pazienti. I sanatori spuntavano come funghi e il villaggio era invaso da visitatori che speravano di trovare sollievo o una cura per le loro malattie.

La trasformazione in stazione di sport invernali e le Olimpiadi

Nella seconda metà del XX secolo, la popolarità degli sport invernali crebbe rapidamente e Davos non fece eccezione. I suoi vasti dintorni montuosi offrivano eccellenti opportunità per lo sci, lo snowboard e altre attività invernali. Di conseguenza, Davos è diventata una destinazione prestigiosa per gli appassionati di sport invernali di tutto il mondo.

Davos oggi

Oggi Davos rimane una delle destinazioni più popolari e ambite delle Alpi. Il villaggio è cresciuto fino a diventare una città moderna con eccellenti strutture per i turisti, tra cui hotel di tutte le fasce di prezzo, ristoranti, negozi e strutture ricreative. Inoltre, Davos ospita il World Economic Forum (WEF), un incontro annuale di leader internazionali e uomini d’affari per discutere importanti questioni globali. Oltre a offrire una vasta gamma di attività sportive invernali, Davos attrae visitatori anche nei mesi estivi. Oltre alle escursioni, la mountain bike è l’attività più popolare nella stagione più calda. Dopo la nostra visita a Davos, sappiamo perché.

Un parco giochi per la mountain bike:

Davos Klosters si è guadagnata la reputazione di parco giochi per la mountain bike grazie alla sua vasta rete di sentieri adatti a tutti i livelli di ciclisti. Dai ciclisti alle prime armi in cerca di una pedalata tranquilla ai più esperti in cerca di adrenalina e di discese impegnative, questo paradiso svizzero ne ha per tutti i gusti.

Singletrail che non dimenticherete presto

“L’avventura singletrail più lunga della Svizzera, una funivia a 10.000 metri di profondità, un percorso freeride come a Whistler in Canada e alberghi specializzati per ciclisti. Davos Klosters è una delle destinazioni ciclistiche più attraenti delle Alpi. A Davos Klosters non importa se avete appena iniziato ad andare in mountain bike, se avete già una buona tecnica di guida o se siete dei (quasi) professionisti. Sui 700 chilometri di rete di sentieri c’è un percorso per ogni livello di abilità. Il biglietto del percorso nelle varianti blu, rosso e nero aiuta a classificarsi, come avviene per le piste da sci. La maggior parte dei tour ha una cosa in comune: brevi distanze su singletrail e discese lunghe e scorrevoli”. È così che si può immaginare Davos come una regione per mountain bike.

Su invito del dipartimento del turismo, ci è stato concesso di partire per la nostra avventura nella regione per verificare se queste parole possono essere effettivamente vissute in questo modo.

Accademia della bicicletta Davos

Ci siamo andati con uno dei nostri dipendenti, che aveva appena iniziato a sentire il tarlo della mountain bike. Essendo una mountain bike alle prime armi, Jennifer doveva ancora padroneggiare tutte le abilità dell’enduro e per questo ci siamo rivolti alla Bike Academy Davos. Questo ci ha dato una buona idea di come una buona guida possa far diventare qualcuno un pilota di enduro migliore in poco tempo. Una delle guide locali, Heini Stiffler, si è presa cura di noi e ci ha portato al Bike Park per testare e migliorare le nostre capacità.

Jennifer si è allenata in pochissimo tempo, per poi domare alcuni bei percorsi da enduro pochi giorni dopo. Naturalmente si è proceduto per tentativi ed errori, ma è stato sorprendente vedere come il livello tecnico sia salito rapidamente. E soprattutto… come sia cresciuta rapidamente la fiducia e la paura di cadere sia diminuita. La Bike Academy è altamente consigliata per aumentare il proprio livello. Tra l’altro, anche le bici a noleggio vanno benissimo e sono personalizzate.

Terreno per tutti i livelli

Giorno 1: Cross-Country

Poiché la regione offre una serie di percorsi cross-country ben curati, la nostra scelta per il primo giorno è caduta su questo ramo fisicamente impegnativo dello sport della mountain bike. I percorsi si snodano tra rigogliosi prati alpini e fitte foreste. Ci siamo immersi nella bellezza naturale della regione e abbiamo provato il brivido di navigare su un terreno vario di massi, ghiaia e prati.

Mentre ci si affatica sui sentieri impegnativi di Davos Klosters, si viene ricompensati con panorami mozzafiato che sembrano quasi troppo belli per essere veri. L’abbondanza di bellezze naturali spazia da valli lussureggianti punteggiate di fiori alpini a cime innevate che rendono l’intero luogo idilliaco. Gli iconici chalet svizzeri immersi in questo paesaggio pittoresco aggiungono ulteriore fascino. I percorsi vi porteranno ovunque, passando per meandri di cascate scroscianti e/o fiumi cablati tra i prati alpini, e con la neve ancora sulle cime più alte. Questo è più o meno il quadro che troverete qui a fine giugno, rendendo ogni giro in bicicletta – che scegliate i percorsi più leggeri o quelli più difficili, non importa – un’esperienza indimenticabile.

Giorno 2: Ciclismo elettrico – Divertimento con la grande D

Durante la colazione ci siamo chiesti se la giornata di ieri potesse essere eguagliata. Con le biciclette elettriche, oggi non avremmo camminato così in alto e in profondità nelle montagne e quindi pensavamo che i panorami sarebbero stati molto meno. Ma niente di più sbagliato. Verso le 9.30 eravamo pronti a ritirare le biciclette presso la Bike Academy Davos. Le biciclette a noleggio della Bike Academy sono di altissima qualità e perfettamente mantenute. E va detto che l’e-bike ci è piaciuta molto. Dopo la dura pedalata di ieri, è stato piacevole utilizzare il supporto elettronico. Anzi, è stato molto più che un piacere. Ciò che abbiamo descritto in precedenza per i percorsi cross-country vale anche per i percorsi e-bike meno tecnici. La bellezza è difficilmente descrivibile con la penna e le parole scarseggiano per trasmettere ai nostri lettori la sensazione che suscita pedalare in questa zona. Dovete farlo e viverlo in prima persona, perché l’e-bike vi permette di cogliere tutto questo ancora di più, di notare ancora più dettagli dello spettacolo naturale e di goderne ancora di più. Per gli amanti della natura, l’e-bike è semplicemente il modo migliore per esplorare a fondo la regione di Davos.

Giorno 3: la prima vera discesa

Il terzo giorno è arrivato il momento. Jennifer era leggermente preoccupata. Mentre eravamo seduti con le nostre biciclette su “die Bergbahn” verso lo Jakobshorn, i suoi nervi cominciavano a farsi sentire sempre di più. Avrebbe avuto il coraggio di farlo? Era pronta? Poco dopo si scoprì che avrebbe completato l’intera discesa in modo costante e controllato al suo ritmo. Tranne una piccola scivolata che siamo riusciti a immortalare perfettamente con la telecamera. È stato forse solo perché era presente la telecamera che ha fatto questo scivolone? Probabilmente sì. Una volta scesi si trattava di riprendere il controllo dell’adrenalina e di frenare un po’ gli ormoni della felicità, prima di riprendere la ferrovia di montagna per un’altra scarica di adrenalina.

La mountain bike è un cult a Davos

Davos Klosters è orgogliosa di essere più di una semplice destinazione per la mountain bike: è una cultura. Tra la popolazione, la mountain bike è una parte della vita a cui i bambini vengono introdotti fin da piccoli. La regione ospita numerosi e prestigiosi eventi di mountain bike che attirano appassionati e professionisti da tutto il mondo. Questi eventi includono gare, workshop e uscite guidate, dando ai visitatori la possibilità di entrare in contatto con persone che la pensano come loro e con la comunità locale di mountain bike.

Allo stesso modo, la Swiss Epic richiama ogni anno Davos. Questa gara di mountain bike di più giorni, che attira atleti da tutto il mondo, ha partenza e arrivo della quinta e ultima tappa a Davos. I partecipanti intraprendono un viaggio epico attraverso le Alpi svizzere, sfidando terreni impegnativi e vivendo il meglio di ciò che Davos Klosters ha da offrire. La mountain bike è un culto a Davos e ogni mountain biker dovrebbe inserire questa tappa nella propria lista dei desideri e spuntarla molto rapidamente!

Più attualità

  • READY TO GET DUSTY AND DIRTY?READY TO GET DUSTY AND DIRTY?
    "Nomen est Omen": il nome dice tutto! Quattro regioni turistiche dell'Außerfern tirolese si sono unite in Gravel.Tirol. Questo ha creato la più grande regione di ghiaia della provincia più occidentale dell'Austria. Come suggerisce il nome, si tratta di pedalare su ghiaia su colline e valli attraverso le Alpi.
    Leggi tutto…
  • AVVENTURE IN MTB NELLA BREGENZERWALDAVVENTURE IN MTB NELLA BREGENZERWALD
    Nel Bregenzerwald si pedala tra montagne, foreste e casette tipiche, dove si incontrano il vecchio e il nuovo, la costruzione tradizionale in legno e il design moderno. Qui il ciclismo è anche un mix di salite ripide, faticose escursioni in montagna e piacevoli pedalate attraverso il tradizionale paesaggio culturale dei 23 villaggi della Bregenzerwald. Tra la foresta e il mondo abitato, la regione del Vorarlberg è piena di divertimento in bicicletta con oltre 460 chilometri di percorsi per mountain bike. Quindi, fate un bel respiro, godetevela e saltate in sella alla vostra mountain bike!
    Leggi tutto…
  • RELAX E DIVERTIMENTO SUI COLLI DOLOMITICIRELAX E DIVERTIMENTO SUI COLLI DOLOMITICI
    Circondata dalle pittoresche cime delle Dolomiti, patrimonio mondiale dell'UNESCO, la "Regina delle Dolomiti" si trova a 1.224 metri: Cortina d'Ampezzo. Un vero e proprio classico alpino, che combina senza sforzo tradizioni secolari e leggendarie attrazioni ciclistiche. Benvenuti in un colorato pot-pourri di tradizioni, storia e dolce vita altoatesina.
    Leggi tutto…
Altri articoli